Gargano con bambini, le più belle spiagge e la natura selvaggia

Alzate gli occhi e lasciatevi incantare dalla fantasia della natura: questa è l’essenza di una vacanza nel Gargano con i bambini in estate. Il promontorio vi dà il benvenuto in Puglia con un paesaggio tra i più eterogenei dove si alternano grotte, falesie e faraglioni – in cui la roccia sembra sbriciolarsi – e spiagge di fine sabbia dorata a perdita d’occhio con fondali bassi e trasparenti. Alle spalle la macchia mediterranea, il profumo degli agrumi e i boschi selvaggi della Foresta Umbra tutti da esplorare.

Un paesaggio roccioso e scosceso, fatto di falesie, faraglioni e borghi a picco sul mare dove spiagge e calette sembrano isolate e difficili da raggiungere: questo era il vago ricordo che avevo del Promontorio del Gargano, punta settentrionale della Puglia e… “sperone d’Italia”. Invece ho scoperto una meta straordinaria da vivere con i bambini, sia che scegliate una vacanza di puro relax, sia che organizziate una vacanza attiva, tra esplorazione di grotte, gite in barca, snorkeling e trekking nella natura della Foresta Umbra. Ecco quindi cosa fare con i bambini nel Gargano in estate.

Le più belle spiagge del Gargano per i bambini

Acque turchesi e trasparenti, fondali bassi dolcemente digradanti e un manto soffice di sabbia dorata: in tutta la costa del Gargano le spiagge per bambini e famiglie sono così tante che è difficile fare una selezione e per scoprirle tutte non vi basterà una sola vacanza. Da quelle super attrezzate alle piccole e suggestive calette, spesso strette tra i costoni rocciosi e protette da folte pinete, ma incredibilmente facili da raggiungere. Partiamo dalle località che hanno ricevuto la Bandiera Verde dei pediatri per le loro spiagge a misura di bambino. La prima è Rodi Garganico, con le sue spiagge di Ponente – più esposta ai venti – e di Levante, più vicina al centro e di facile accesso. Entrambe Bandiera Blu sono caratterizzate da una distesa di fine sabbia dorata e ricche di strutture ricettive, oltre che di attività dedicate ai più piccoli. Se il vento è a favore potrete sentire anche il profumo dei vicini aranceti e limoneti dell’entroterra.

La seconda località Bandiera Verde è Vieste. La città sorge su un promontorio roccioso che divide letteralmente in due la costa garganica; qui la pietra si sbriciola lentamente verso il mare, disegnando un litorale tra i più belli d’Italia, fatto di baie nascoste, grotte marine, alte falesie, spiagge rosa argento, e naturalmente acque limpide e cristalline. Tra le spiagge più famose troviamo la Spiaggia di Castello con il suo inconfondibile e imponente faraglione bianco chiamato Pizzomunno, e perfetta per i bimbi con il suo tappeto di soffice sabbia che accarezza i fondali bassi e turchesi. Troverete lidi attrezzati e tratti di spiaggia libera e poi bar, ristoranti, pizzerie per tutti i gusti; a piedi potrete poi raggiungere anche la più piccola e suggestiva Spiaggia dei Pipistrelli, con l’omonima affascinante grotta. A Vieste il mare finisce anche in un museo, il Museo Malacologico, e se i vostri figli sono appassionati di conchiglie qui ce ne sono oltre diecimila provenienti da tutto il mondo.

Altra località ben attrezzata è Marina di Peschici, dominata dalla pittoresca cittadina arroccata. Tra le diverse spiagge family friendly vi segnaliamo la baia di Mannacora, incastonata tra due promontori rocciosi, dalla quale si può visitare il “grottone”, una sorprendente grotta naturale situata sul lato nord chiamata anche Grotta degli Dei, dove si trovano curiosi resti risalenti ai primi insediamenti umani durante l’Età del Bronzo. Merita una visita anche la baia di San Nicola, dove si possono ammirare i “trabucchi”, le antiche costruzioni in legno utilizzate dai pescatori per dispiegare le reti (alcune oggi trasformate in ristoranti).

A pochi chilometri da Peschici si susseguono baie e calette di bellezza straordinaria, come Cala Lunga, o la più ampia spiaggia di Sfinale, facilmente raggiungibile tramite il percorso che la collega alla vicina strada. Più appartata e suggestiva è La Chianca, a metà strada tra Peschici e Vieste, senza lidi attrezzati ma con un vicino villaggio turistico. Nella costa sud del Gargano, nel territorio di Mattinata, si trovano alcune baie dove il mare si tinge di smeraldo, come La baia delle Zagare con i suoi spettacolari faraglioni a poca distanza dalla riva. Più difficile da raggiungere a piedi è però spesso meta di tour in barca che divertono sia grandi che piccini. Se amate lo snorkeling e i vostri figli sono già grandicelli non perdete infine un’escursione alle Isole Tremiti, al largo della costa settentrionale del Gargano; Parco Marino dal 1989, incantano con colori mozzafiato e un patrimonio di flora e fauna perfettamente conservato con fondali variopinti abitati da banchi di pesci e coralli.

Cosa vedere con i bambini: il Parco Nazionale del Gargano

Una vacanza nel Gargano non è solo mare ma anche natura nel senso più autentico – e talvolta selvaggio – del termine. Se cercate emozionanti escursioni da fare con i bambini anche in estate sarà un piacere avventurarsi lungo i sentieri del Parco Nazionale del Gargano (120.000 ettari): sarà un’occasione per rinfrescarvi dal caldo estivo all’ombra di faggi, cerri e agrifogli e con un po’ di fortuna potrete incontrare daini, tassi o volpi. Potrete esplorare il parco in autonomia a piedi o in bicicletta ma vi consigliamo di approfittare delle escursioni organizzate dai centri visita che vi porteranno lungo percorsi dai panorami mozzafiato dove gli habitat più selvaggi si alternano a campi, ulivi e vigneti. Nell’entroterra del promontorio garganico verdeggia anche l’ultima testimonianza della Foresta Umbra (letteralmente “foresta ombrosa”) e qui potrete incontrare il mastodontico leccio di Vico del Gargano, alto 50 metri e con una circonferenza di 5, che si erge davanti a un convento francescano.

Passeggiate tra castelli, fortezze e borghi medievali

Niente forse attrae bambini e ragazzi più di castelli, fortezze e fortificazioni. E se poi sono incastonate in borghi antichi o centri storici medievali la passeggiata diventa ricca di suggestioni per tutta la famiglia. Così è a Rodi Garganico, dove il castello, storica residenza di Ferdinando d’Aragona, domina il mare con le torri e la possente cinta muraria e il centro è un labirinto fatto di vicoli, scale, archetti e piccoli giardini, dove incanta l’armonia delle case, dalla facciata bianca e dal tetto rosso, costruite le une sulle altre come antica strategia di difesa contro i pirati! E così è a Vieste, dove il centro storico formato da stradine, negozietti di souvenir e botteghe artigianali è dominato dal Castello Svevo di Federico II, costruito su ruderi angioini. Anche Peschici è arroccata su una rupe a picco sul mare e custodisce il maestoso castello normanno, mentre a Manfredonia si può ammirare la fortezza sveva-angioina voluta da Manfredi, re di Sicilia, e oggi sede del Museo Archeologico Nazionale.

Articolo ©Manuela Rossellini

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...