Il Gargano del legno e della pietra, tradizioni e culture antiche da riscoprire.

Terra di forte spiritualità ma anche ricca di affascinanti riti pagani, il Gargano tramanda di generazione in generazione la sua storia ed i suoi costumi attraverso sentite manifestazioni folcloristiche che affondano le proprie radici in tradizioni secolari che da sempre esaltano le sue eccellenze enogastronomiche ed il suo prezioso artigianato.

Diletto per il palato e stupore per gli occhi: il fascino dell’unione tra tradizione pagana e cristiana viene spesso rievocato attraverso i falò. È il fuoco, infatti, l’elemento cardine da cui metaforicamente si sprigiona la meraviglia di questa terra, che si propaga ed estende alla convivialità degli eventi che animano le viuzze dei borghi dell’area. Feste di carnevale, sagre dei prodotti tipici (dalle arance all’olio d’oliva, dal vino ai prodotti biologici e ai prodotti ortofrutticoli come le fave, prodotti caseari come mozzarelle, caciocavallo, ricotta), manifestazioni culturali e musiche popolari: ovunque si respirano autentiche ed incantevoli atmosfere.

Attraversando i comuni del territorio, da Cagnano Varano a Carpino, da Ischitella, passando per Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico fino a San Giovanni Rotondo e ancora arrivando a San Marco in Lamis e proseguendo per San Nicandro Garganico, Vico del Gargano e Vieste, senza dimenticare le Isole Tremiti, l’artigianato, l’enogastronomia, l’arte e la musica popolare garganica, la natura incontaminata sono tesori che, conquistando l’anima e la mente, conducono in mondi straordinari e suggestivi.

La manualità e la creatività sono, da secoli, virtù innate della gente garganica. Esse trovavano la loro più spontanea e affascinante espressione negli antichi mestieri: la chitarra battente ed i tamburelli rappresentano degli strumenti tipici della tradizione popolare del Gargano di cui si propone la conoscenza sul territorio attraverso laboratori didattici organizzati da associazioni del posto.

L’artigianato garganico si lega alla vita agricola, agli usi e alle abitudini dei pastori di un tempo, ma anche alle opere dei maestri scalpellini di Monte Sant’Angelo e Vieste che con il loro lavoro hanno sapientemente arricchito il territorio di originali portali, colonne e bassorilievi. Spiccano, inoltre, altre produzioni, come quelle dei fischietti, delle acquasantiere, dei caratteristici oggetti in vimini o delle famose cruedde, cesti tipici di Ischitella.

Non mancano le terracotte rustiche e popolari e la produzione di oggetti di ceramica: ogni paese aveva i propri vasi dalle caratteristiche inconfondibili forgiati dagli artigiani su antichi torni: cuccume, salaturi, vasi, otri, piatti e tutti i più comuni oggetti d’uso quotidiano per l’acqua, l’olio, le olive, le conserve. Nel territorio si ritrovano imitazioni delle ceramiche elleniche e sono ancora vive l’arti di battere il ferro (letti e altri oggetti) e quella di martellare il rame per produrre brocche, catini e scaldini.

Grazie agli usi e alle necessità delle famiglie, la tessitura a mano è ancora oggi patrimonio di tutte quelle abitazioni dove ancora vivi sono i ricordi e i modelli di vita di un tempo: i merletti come tutte le opere della manualità e della creatività garganica si ispirano ai motivi semplici e spontanei della vita dei campi e del mare: fiori, spighe, conchiglie, grappoli, spine di pesce sono gli ornamenti più frequenti.

A volte specialmente nei luoghi di culto o sede di santuari vi è anche l’ispirazione religiosa, ricorrente anche nell’arte del ricamo o nelle creazioni di Carpino e Vico del Gargano, dove l’antica arte del telaio consente ancora oggi alle donne di produrre pregiati manufatti che tramandano tinte e forme tipiche dell’epoca saracena.

Artigiani, scultori della pietra di Monte S. Angelo, i ’Sammecalere de Monte’ tramandano uno degli antichi mestieri legati al culto dell’arcangelo Michele, sul monte Gargano. Per decreto regio, al tempo del regno borbonico, i vecchi Sammecalere godevano dell’esclusiva nella riproduzione dell’immagine di S. Michele Arcangelo,  così l’attività proliferò producendo statue e bassorilievi in pietra calcarea garganica (preta gentile), marmo e alabastro. Prezioso l’utilizzo della preta turchenedde, pietra pregiata che dopo la ripulitura e la lavorazione tendeva ad un pastoso grigio cenere con velature azzurre. Altri sammecalere lavoravano il legno.

Le botteghe degli statuari e i chioschi di vendita degli oggetti ricordo erano un tempo collocate all’interno della Basilica di San Michele, in seguito spostate all’esterno. L’attività dei Sammecalere è ben documentata dalle immagini preziose della fototeca Tancredi, che si possono ammirare presso il museo omonimo.

Terra di boschi, selve e foresta, il Gargano vanta una grossa presenza di artigiani dell’intarsio del legno, forse la più importante delle produzioni artigianali del territorio, sicuramente la più rappresentativa. Belle le cassapanche lavorate ad intarsio come pure  gli oggetti legati alla vita contadina e pastorale: dal bastone ai vari suppellettili, il protagonista vivo ed essenziale di questa produzione è l’olivo, con le sue contorte venature e con la sua capacità di esaltare i manufatti finiti attraverso il suo pregiato olio, che penetra in profondità  rendendo i lavorati elastici e lucenti.

Legno di rara bellezza, presente su tutto il promontorio del Gargano, dai suoi rami si ottengono oggetti che conservano la stessa forza vitale della pianta: molti sono gli artisti che nei loro laboratori realizzano con questo materiale oggetti per l’uso quotidiano ma anche opere d’arte, cucchiai, mestoli, coppe e contenitori di ogni forma e dimensione, maschere, oggetti d’arredamento e sculture

Articolo ©VitaDaTurista.it

Seguici anche su facebook: https://www.facebook.com/albumdelgargano

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...