Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Meraviglioso Mondo delle Orchidee del Gargano

Chi ama le orchidee, e in generale i fiori selvatici, non può perdere una visita, possibilmente tra i mesi di maggio e giugno, nel Parco Nazionale del Gargano. Qui infatti si trova la più grande concentrazione di specie diverse di orchidee selvatiche: sono ben 90, quasi la metà di quelle censite in tutta Italia (190).

Per questo motivo i sentieri del Parco sono meta di un vero pellegrinaggio di amanti dei giardini: tedeschi, olandesi, svedesi e perfino australiani. Tutti attratti dal regno dei fiori più misteriosi del mondo.

Le orchidee del Gargano vengono impollinate esclusivamente dagli insetti (vespe, calabroni, api e bombi), altro fattore che ha permesso l’estrema diversificazione delle specie. Per tutte queste ragioni, le orchidee del Gargano, sono un’attrazione assolutamente imperdibile per gli appassionati di questo genere di fiori, botanici che vengono da tutto il mondo.

Il genere di orchidee più diffuso è quello Ophrys, che accoglie oltre 60 specie: tra esse troviamo la rarissima Ophrys lacaitae (presente solo nel Gargano), la Ophrys barlia robertiana, la Ophrys apulic (specie endemica) e la garganica. Appartengono invece al genere Orchis la cangiante orchis purpurea, l’Orchis quadripunctata e la rarissima limodorum abortivum.

Questa orchidea viene chiamata così perché ha foglie squamiformi, che possono sembrare abortite (in latino “abortus” significa appunto aborto). Alta dai 20 agli 80 centimetri, ha fiori grandi e robusti nelle tonalità del viola (violaceo oppure bruno-violaceo): sono riuniti in infiorescenze a racemo (cioè lunghe) in un numero che va da 8 a 20. Il periodo di fioritura va da metà aprile a fine giugno e cresce nelle macchie, nei boschi di latifoglie e di conifere e nelle radure, fino ad un altitudine di 1800 metri, preferibilmente su di un terreno calcareo. Un luogo che sembra essere l’habitat ideale per le orchidee è il territorio appartenente al comune di Mattinata: in provincia di Foggia, ospita oltre sessanta varietà di orchidee.

Per questo motivo, Mattinata è una meta imprescindibile per gli appassionati di orchidee, ed un punto di partenza perfetto per iniziare un’escursione nell’habitat di questi splendidi fiori. Il periodo migliore è la primavera, precisamente tra aprile e maggio: in questi due mesi sono numerosissime le orchidee in fioritura. Le orchidee sono il simbolo a livello mondiale, non sono di Mattinata ma dell’intero Gargano.

Mattinata è famosa anche per ospitare due stazioni di fioritura su tre (l’altro di trova a Vieste) dell’Ophrys speculum (ofride specchio). Cresce nelle macchie, nelle garighe e nelle praterie, dove fiorisce da marzo ad aprile. Alta dai 5 ai 20 centimetri, ha foglie inferiori disposte a rosetta dalla forma ovale e lanceolata. I fiori sono raccolti in infiorescenze in numero che varia dai 2 agli 8: i petali sono corti, di colore porpora, mentre i sepali sono bruni e verdastri con striature brune. La caratteristica che permette di distinguere immediatamente la specie è la grande macchia argenteo-blu e bordata di giallo sul labello.

Di estremo fascino anche la leggenda legata alla nascita delle orchidee: il mito vuole infatti che Orchis, un giovane greco bellissimo e figlio di una ninfa, forte del suo fascino pensasse di poter ottenere tutto, al punto di arrivare a violentare una delle sacerdotesse del dio Bacco durante un festino dedicato alla divinità; per punire il suo desiderio di onnipotenza Orchis fu sbranato da belve feroci, ma gli dei non vollero permettere che del bellissimo Orchis si perdesse anche il ricordo e fecero quindi in modo che dai suoi resti nascesse una pianta che riproduceva nella sua parte sotterranea, ossia nei due bulbi, proprio le appendici anatomiche maschili che erano state all’origine della disgrazia e della fine del giovane.

Il nome stesso Orchidea deriva proprio dal termine greco orchis, cioè testicolo, a ragione della particolare forma del bulbo della pianta.

Il promontorio del Gargano costituisce un vero e proprio paradiso per le orchidee spontanee e per tutti coloro dal “pollice verde” è una meta da non perdere!

 

Fonti: EdenPuglia – TerreDelMediterraneo
Fotografie ©Josiane Peillet

Seguici anche su facebook: Album del Gargano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...